Fermiamo il tempoL'evento virtuale ‘Nanotechnology: An infinitely small World for infinitely large Solutions’



 

(descrizione)

Il futuro? È la nanotecnologia perché può trovare applicazione in qualsiasi settore, dall’edilizia all’industria passando per quello medicale, e può aiutare a raggiungere quegli obiettivi di sostenibilità ambientale ed economica al centro oggi di ogni politica.

Se ne è parlato a ‘Nanotechnology: An infinitely small World for infinitely large Solutions’, evento virtuale ideato da @Elite Business Club Italy ed @Elite Business Club International, andato in onda quest’oggi. 

Tra gli speaker Sabrina Zuccalà, Presidente della 4ward360, azienda italiana attiva nella ricerca, nello sviluppo e nella produzione di formulati nanotecnologici per la protezione e conservazione delle superfici materiche, nonché Elite Honorific Ambassador Elite Business Woman & Elite Business Club Italy.  La nanotecnologia – ha spiegato – deve essere vista come innovazione al servizio dell’umanità. Attraverso i nostri prodotti possiamo ottenere le migliori performance da ogni materia per garantirne la massima durata nel tempo”.

4ward360 collabora già con il Ministero della Cultura a difesa dell’immenso patrimonio culturale del Paese. “La conservazione di edifici storici e monumenti ‘made in Italy’ – ha continuato l’imprenditrice italiana – è da sempre obiettivo di 4ward360 la cui attività di ricerca e sviluppo non si ferma. Rendere ‘smart’ le superfici vuol dire anche abbattere la spesa pubblica per il loro mantenimento, avere città più pulite e diventare più attrattivi per i turisti di tutto il mondo”.

Tantissimi, quindi, i vantaggi legati alla diffusione delle nanotecnologie, non ultimo la creazione di nuove figure professionali. “Chi lavora nel campo dell’innovazione – ha sottolineato la presidente di 4ward360 – sa che per guardare avanti è necessario creare nuove figure, formarle. Ebbene oggi mancano gli applicatori di nanotecnologie. Si dovrebbe lavorare a un patentino che se da una parte consentirebbe a chi sceglie le nanotecnologie di avere la certezza che il lavoro è stato eseguito a regola d’arte, dall’altra porterebbe alla creazione di nuovi posti di lavoro qualificati. I trattamenti nanotecnologi garantiscono futuro ma è indispensabile che ci siano persone in grado di renderli fruibili”.

Nella kermesse si è parlato di sinergie e anche su questo tema è tornata Sabrina Zuccalà. “Per noi sinergia è offrire risposte a ogni richiesta delle istituzioni come dell’industria. 4ward360 ha in attivo collaborazioni a 360 gradi perché le nanotecnologie possono avere applicazioni infinite. Con la nanotecnologia diamo risposte certe. In laboratorio possiamo studiare la formulazione più idonea in base all’impiego. Sono la soluzione per fermare il tempo”.

 

 

Partner